ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

Ad Sense

Tavernerio, insediato il Consiglio comunale. Paulon giura come sindaco

Comune: Tavernerio

TAVERNERIO – “A guidarci sarà l’obiettivo di un paese bello, inclusivo, sostenibile, sicuro e solidale”. Con queste parole Mirko Paulon ha dato il via al secondo mandato da sindaco con la seduta di insediamento del Consiglio comunale svoltasi ieri sera, mercoledì, presso l’Auditorium di via Provinciale.

Il sindaco Mirko Paulon

Al termine del giuramento, il primo cittadino ha presentato i componenti della Giunta: a Emanuela Aiani la carica di vicesindaco e di assessore con delega all’Istruzione e Edilizia scolastica, a Alessandro Bianchi quella di assessore al Bilancio, Politiche per le entrate, Equità e Urbanistica, aSara Gaffuri quella di assessore alle Politiche giovanili, Associazionismo, Sport e Cittadinanza Attiva e a Elisa Frigerio quella di assessore con delega alle Politiche sociali, abitative, volontariato sociale.

La giunta

 

Con loro siederanno tra i banchi della maggioranza Paolo Pozzoli, scelto come capogruppo di “Progetto Comune per Tavernerio”, Cinzia Molteni, Patryk Viesti, Anna Natalizi e Umberto Cattaneo.

“Nei prossimi cinque anni dovremo ben amministrare il nostro paese – ha sottolineato Paulon presentando le linee programmatiche -. Questo programma deve essere messo in pratica e non deve rimanere sulla carta. Faremo scelte ben precise perché questo avvenga, perché Tavernerio sia un paese  bello, inclusivo, sostenibile, sicuro e solidale”.

“Questo significa che lavoreremo per prenderci cura del territorio, con la manutenzione degli edifici, dei sentieri, delle aree verdi e con la valorizzazione del Plis Valle Cosia e delle valli – ha precisato -, per rendere lo spazio pubblico accessibile a tutti, per gestire in modo oculato il patrimonio comunale, per favorire una transizione ecologica efficientando i servizi, per garantire la sicurezza sia nell’ambito della viabilità che in quello del controllo e monitoraggio del territorio, per fornire supporto ai bisogni e intercettare le criticità di tutta la popolazione”.

Soffermandosi, quindi, sui lavori pubblici Paulon ha evidenziato come la giunta abbia sostituito la specifica delega con una nuova, preposta alla tutela e al mantenimento del patrimonio comunale a partire della valorizzazione e dal recupero degli edifici dismessi, dai centri civici e dalle aree verdi.

Vera sfida del mandato sarà, in questo senso, la riqualificazione del complesso Sartoris: “Vogliamo togliere quella ferita che c’è al centro del paese – ha aggiunto il primo cittadino -. Sono fiducioso che si riesca a dare una collocazione a quell’area mantenendo una funzione sociale e allo stesso tempo aprendosi anche a collaborazioni con soggetti privati nel campo sociale e dei servizi pubblici”.

Paulon ha quindi ricordato gli interventi in programma nelle diverse frazioni tra cui spiccano la valorizzazione del centro paese, i lavori di viabilità a Rovascio e Urago, oltre alla realizzazione in quest’ultimo di un punto di aggregazione, l’allestimento di un eco-museo delle tradizioni della montagna al centro civico di Ponzate.

Conclusa la presentazione a prendere parola è stato Fabio Rossini, capogruppo della minoranza “Patto per Tavernerio”: “La nostra presenza si muoverà su grossi temi e il nostro sarà un lavoro di stimolo per essere utili alla comunità”, ha sottolineato facendo poi riferimento ad alcuni temi, tra cui la nuova destinazione d’uso del palazzo Sartoris, le commissioni permanenti e il municipio, prioritari per il gruppo.

Con lui saranno presenti in Consiglio comunale Eliano Noseda, Giovanni Aiani e Elena Ida Vercelli.

Print Friendly, PDF & Email

21 Ottobre 2021 — 16:57 / Elezioni 2021, Tavernerio
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore