ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

AVIS

Ad Sense

Erba, all’Ospedale i primi vaccini anti Covid: “Giornata importante”

Comune: Erba ,

di Caterina Franci

Il vaccino del dottor Gerardo Foglia responsabile della unità Operativa di Pronto Soccorso e Accettazione e Area di Emergenza Cardiovascolare

 

ERBA – E’ partita oggi, lunedì 11 gennaio 2o21, la campagna vaccinale contro il Covid-19 all’Ospedale Sacra Famiglia di Erba. Le prime 270 dosi del vaccino sono state consegnate dall’Asst Lariana questa mattina, poi sono cominciate le prime somministrazioni.

“L’obbiettivo – ha spiegato il Direttore Medico Pierpaolo Maggioni – è quello di coprire tutti i dipendenti dell’Ospedale da qui alla prossima settimana, sempre che venga rispettata la data della seconda consegna, sempre di 270 dosi, prevista il 18 o il 19 gennaio”. Durante il ‘primo giro’ della campagna vaccinale al presidio erbese sono destinate 540 dosi.

La somministrazione del secondo richiamo del vaccino anti Covid comincerà invece da inizio febbraio e gli altri a seguire così come programmato dalla campagna vaccinale.

Valentina Colombo, medico di Pronto Soccorso

 

Nella giornata di oggi sono stati vaccinati i primi 50 operatori sanitari dell’Ospedale erbese: “Andremo a oltranza” ha specificato Maggioni “ci è stato chiesto di concentrarci il più possibile sulle vaccinazioni ed è quello che faremo. Oggi è una giornata importante”.

Susi Luzzani, coordinatrice di Pronto Soccorso

 

Il Direttore Medico ha quindi specificato che l’Ospedale sarà autorizzato a vaccinare anche i liberi professionisti che prestano servizio presso la struttura, sempre che non siano già stati vaccinati presso altri presidi in cui lavorano: “Non è vero invece che provvederemo ad eseguire vaccini anche sul territorio – ha sottolineato Maggioni – ho saputo che gira questa voce ma la smentisco categoricamente: in questa fase l’Ospedale è autorizzato a vaccinare solo il proprio personale e, appunto, i liberi professionisti non vaccinati che lavorano anche presso il nostro presidio”.

Il dottor Foglia

 

Tra i primi a ricevere il vaccini c’è stato il dottor Foglia, responsabile della unità Operativa di Pronto Soccorso e Accettazione e Area di Emergenza Cardiovascolare: “Sono onorato ed emozionato di essere stato tra i primi ad essere vaccinati nel nostro Ospedale – ha commentato – questa è un’arma che speriamo sconfiggerà il virus. E’ stato poi molto bello e significativo ricevere il vaccino insieme ai miei colleghi di Pronto Soccorso, infermieri, Oss e tutti gli operatori: questo permetterà di evitare ulteriori contagi, di continuare ad aiutare i nostri pazienti e preservare i nostri cari. Da medico – ha continuato il dottor Foglia – non ho avuto alcun timore di fare il vaccino, ho assoluta fiducia nella scienza e nel suo sviluppo. E’ nell’interesse universale debellare questo virus, porre fine alla pandemia, siamo tutti mossi verso questo intento”.

Il dottor Foglia ha aggiunto: “Questi vaccini, i due fino ad ora autorizzati e in circolazione (Pfizer BioNTech e Moderna), sono a Rna, non contengono cioè virus attenuato e modificato, sono dunque vaccini sicuri. L’efficacia dell’uno è sovrapponibile a quella dell’altro. Sull’immunizzazione è ancora presto per esprimersi, non abbiamo ancora dati, ma per raggiungere l’immunità di gruppo secondo la letteratura attuale dovrebbe vaccinarsi il 70-80% della popolazione”.

Damiano Rivolta, Direttore di Struttura Ospedale Sacra Famiglia

 

Antonietta Corrado, infermiera in Pronto Soccorso

Print Friendly, PDF & Email

11 Gennaio 2021 — 17:10 / Erba, Sanità
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore