ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

AVIS

Vigilantes armati in stazione e sui treni: Regione Lombardia comincia da Erba

Comune: Erba

erba_stazione_vigilantes-79

ERBA – Due vigilantes armati e appositamente addestrati presidieranno da oggi, giovedì 3, la stazione ferroviaria di Erba. E’ questo il risultato del progetto sicurezza voluto e finanziato da Regione Lombardia iniziato nel 2015 con una sperimentazione semestrale e la presenza di steward nelle stazioni e sui treni del servizio ferroviario regionale lombardo. 

erba_stazione_vigilantes-67

Si inizia quindi da Erba e, tra qualche settimana, toccherà a Como come dichiarato dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte presente alla stazione erbese.

erba_stazione_vigilantes-74

Alessandro Sorte, assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità

“Inizialmente – ha spiegato l’assessore regionale – avevamo chiesto al Governo un potenziamento delle Forze dell’Ordine che già operano sul territorio ma non abbiamo avuto risposte. Quindi, nonostante la sicurezza sia di competenza del Governo, abbiamo deciso di farci carico come Regione di sviluppare un piano. Siamo così partiti con il progetto pilota, durato sei mesi, che prevedeva la presenza di steward. Conclusa quella fase, in collaborazione al Prefetto di Milano, abbiamo optato per formare delle guardie giurate armate. Del resto in certi orari c’è da avere paura ad andare in stazione e salire sui treni, quindi abbiamo convenuto adottare provvedimenti importanti”.

Come ha spiegato sempre l’assessore Sorte, i vigilantes che entrano in servizio potranno girare nelle stazioni e sui treni solo dopo aver superato un corso che la Prefettura di Milano, coordinata con altre Prefetture, dispone ogni mese al fine di abilitare questi uomini armati.

erba_stazione_vigilantes-52

Un progetto che, rispetto a quello sperimentale, presenta dei costi maggiori, in quanto per formare guardie armate servono investimenti ulteriori,  “circa 100mila euro – ha sottolineato l’assessore – il costo annuale dei due vigilantes presenti alla stazione di Erba”.
Ma Regione Lombardia è decisa su questa strada: “Stiamo ragionando in Giunta regionale per capire, nel 2017, quante risorse abbiamo a disposizione al fine di attivare almeno 250 guardie armate sulle linee lombarde. Chiaramente – ha aggiunto l’assessore – le guardie armate non sono la risoluzione di tutti i problemi, ma siamo sicuri che questa è una risposta concreta che Regione mette in atto per la sicurezza dei propri cittadini”.

Vigilantes che non avranno una posizione e una postazione fissa. Potranno stare in stazione come salire sui treni a qualsiasi orario della giornata.

erba_stazione_vigilantes-39

Per il sindaco Marcella Tili è “motivo di orgoglio il fatto che sia Erba la prima città in cui venga attivato questo servizio”. Quindi ha aggiunto: “La nostra Amministrazione è sempre stata attenta al tema della sicurezza tant’è che abbiamo voluto creare un assessorato ad hoc. Ora l’auspicio è che possa nascere un’ottima sinergia con la nostra Polizia Locale e con la Polizia Ferroviaria. Inoltre, ci attiveremo al fine di mettere in rete le telecamere esterne alla stazione con quelle interne per migliorare il monitoraggio. Concludo con un ringraziamento rivolto a Regione Lombardia che ha investito su Erba, prima con la risistemazione della stazione e ora con l’avvio di questo prezioso progetto”.

erba_stazione_vigilantes-31

Daniela Maroni, consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza, ha rimarcato come “nonostante i grandi tagli del Governo, l’assessore Sorte e lo stesso Presidente Roberto Maroni sono riusciti a trovare i fondi per incrementare la sicurezza dei cittadini”.

erba_stazione_vigilantes-22

Alla consigliera Maroni le ha fatto eco il sottosegretario regionale Alessandro Fermi: “Il progetto pilota degli steward ha funzionato, altrimenti non saremmo qui e non avremmo lavorato per far sì che Erba fosse una della prime stazioni lombarde ad avere il presidio dei vigilantes. Oggi, mi fa piacere, da rappresentante di questo territorio, poter dire che il progetto pilota ha avuto seguito e che si comincia da Erba”.

Presenti questa mattina in stazione all’inaugurazione del nuovo servizio di sicurezza anche il Comandante della Polizia Locale di Erba Gian Marco Giglio, il presidente del Consiglio Comunale Matteo Redaelli e i consiglieri Giorgio Zappa, Eugenio Zoffili ed Erica Rivolta. 

Print Friendly, PDF & Email

3 Novembre 2016 — 13:59 / Attualità, Erba
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore