Alzate Brianza

Trentennale Stragi del ’92, ad Alzate Brianza iniziative per sensibilizzare

Malaika Sanguanini 2 Aprile 2022

Alzate Brianza, Attualità, Cultura

ALZATE BRIANZA – Sono passati trent’anni da due degli eventi più drammatici e tragici che l’Italia abbia conosciuto: le stragi mafiose di Capaci e Via D’Amelio, in cui persero la vita  Giovanni Falcone con la moglie Francesca Morvillo e Paolo Borsellino, insieme ai loro agenti di scorta.

In occasione del trentennale delle stragi, l’Amministrazione comunale di Alzate Brianza, in collaborazione con il Centro Studi Sociali contro le mafie – Progetto San Francesco, ha programmato una serie di eventi e iniziative, presentati oggi, sabato, presso la Sala Civica del Comune di Alzate Brianza, volti a rinnovare il ricordo di quei tragici episodi del 1992, e a sensibilizzare i giovani su queste   tematiche, raccontando il grande sacrificio portato avanti dai due magistrati al fine di combattere la piaga della mafia.

Mario Anastasia, Sindaco di Alzate Brianza

“Il trentennale di questi tragici eventi ci ha fatto riflettere – spiega il sindaco Mario Anastasia – e ha portato a chiederci in quale modo potessimo intervenire nel nostro comune, il quale fino ad ora si è dimostrato un’isola felice, ma vogliamo essere certi di poter garantire questa serenità anche in futuro. La parola chiave è sensibilizzazione e la nostra amministrazione comunale crede fortemente nell’educazione alla democrazia e nell’insegnare ai ragazzi la legalità, per questo è fondamentale coinvolgere le nuove generazioni nel progetto “Trasmettiamo la memoria”, Alzate Brianza crede fortemente in questi valori”.

Benedetto Madonia e Mario Anastasia

“Il contrasto alle mafie si attua sensibilizzando, informando e formando le nuove generazioni – continua Benedetto Madonia, direttore del Centro Studi Sociali contro le mafie Progetto San Francesco – è importante parlare di mafia e raccontare ai giovani cosa è in grado di fare, non è necessario essere in meridione per conoscerla, ce l’abbiamo anche qui. Il nostro programma di eventi di sensibilizzazione nasce con questo scopo, non va dimenticato che, alle volte, il silenzio è più pericoloso dell’omicidio. Ringrazio fortemente il Comune di Alzate Brianza e spero che tanti altri Comuni abbracceranno queste iniziative”, conclude Madonia.

Amministrazione Comunale di Alzate Brianza

 

Gli eventi inizieranno il prossimo 12 aprile con “Da che parte stare“, giornata in cui l’Amministrazione Comunale e gli esponenti del Progetto San Francesco incontreranno i ragazzi di terza media della Scuola Lucio Virginio Rufo di Alzate Brianza.

La seconda iniziativa avrà luogo il 5 maggio alle ore 20.30 presso la Sala Civica del Comune in cui si terrà il convegno “Territorio e legalità“. Il 18 maggio, presso la Scuola Primaria Francesco Anzani, avrà luogo la piantumazione dell’Albero della Memoria, donato da un cittadino.

Il 21 luglio alle ore 21, presso la Biblioteca Comunale verrà inaugurato lo “Scaffale della legalità“, in cui i ragazzi potranno trovare dei testi dedicati alle tematiche in questione. Dall’8 al 12 settembre, invece, presso la Fiera Secolare di Settembre Madonna di Rogoredo, si potrà andare a vedere la Mostra Fotografica “Noi siamo loro“. Infine, ad ottobre, avrà luogo l’intitolazione a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino del Centro Polifunzionale di Fabbrica Durini, in cui è in corso una qualifica e dove verranno istituite delle aule volte a corsi per giovani ed adulti.

Qui il programma completo.