ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

TUTTO CIALDE

AdSense

Caslino. La Fiera delle Capre fa il pieno ed è un successo: “Grazie a tutti”

di M.C.

CASLINO D’ERBA – Saranno stati il sole di settembre, le migliaia di persone accorse, il clima di accoglienza e di festa, ma la 22^ edizione della tradizionale Fiera delle Capre di Caslino si è chiusa ieri, domenica, con un grandissimo successo. Soddisfatti gli organizzatori.

Entusiasta il sindaco di Caslino, Marcello Pontiggia: “È stata davvero una situazione inaspettata – ha dichiarato – L’evento ormai da tempo riscuote successo, ma questa edizione 2019 ci ha regalato tante soddisfazioni: abbiamo avuto una partecipazione straordinaria di persone, intorno ai 7 mila partecipanti basandoci esclusivamente sulle corse effettuate dalle navette quindi senza contare chi è arrivato a piedi o in autonomia, abbiamo sentito commercianti e produttori contenti dei risultati avuti e si è respirata davvero una bella atmosfera”.

E se il bel tempo ha sicuramente fatto la propria parte, l’efficiente organizzazione si è rivelata la carta vincente: “Devo davvero ringraziare tutti coloro che si sono spesi per rendere possibile questa giornata – ha continuato il primo cittadino – C’è stata grande collaborazione e sinergia tra le associazioni coinvolte e un buon lavoro anche all’interno della squadra dell’Amministrazione: a tutti va il mio ringraziamento e in particolare all’assessore Valeria Tavecchio che, neoeletta a maggio, ha saputo affrontare questo compito nel migliore dei modi e a Giorgio Castelletti che, anche se non più consigliere comunale, ha fatto molto”.

L’Amministrazione comunale, il Comitato Gemellaggio e i rappresentanti del paese di Saint Berthevin. In primo piano, la capretta intagliata nel legno donata ai cugini francesi.

 

A dare un tocco in più a questa edizione 2019 è stata, infine, la partecipazione dei “cugini” francesi del paese gemellato di Saint Berthevin che per la prima volta hanno voluto essere parte attiva della manifestazione preparando crêpes accompagnate dal sidro, prodotto tipico locale. Il ricavato della vendita, 470 euro circa al netto delle spese, è stato interamente devoluto all’asilo “Rosetta Tremolada” di Caslino. In segno di gratitudine, l’Amministrazione e il comitato Gemellaggio hanno regalato ai cugini francesi una capretta intagliata nel legno.

Jean Luis Frateliere (a sinistra), capogruppo della delegazione francese, insieme al presidente dell’asilo “Rosetta Tremolada” di Caslino, Alberto Trabattoni

 

“È stata una giornata impegnativa, ma piena di emozioni – ha chiosato il primo cittadino – Vedere le persone contente e ricevere apprezzamenti ci ha ripagato di ogni sforzo. Pur essendo consapevoli di poter sempre migliorare, non possiamo che essere pienamente soddisfatti”.

Print Friendly, PDF & Email

16 Settembre 2019 — 18:19 / Attualità, Caslino d'Erba
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore