ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

AVIS

Ad Sense

A Erba il Leonardo Da Vinci diventa Hotel Covid

Comune: Erba

ERBA – 36 stanze e due piani messi a disposizione per l’accoglienza di pazienti Covid, asintomatici o paucisintomatici e comunque autosufficienti, che non dispongono di soluzioni abitative idonee per contenere la diffusione del virus in ambito familiare o preservare componenti della famiglia in situazione di fragilità. L’Hotel Leonardo da Vinci di Erba è stato ritenuto idoneo da Ats Insubria alla funzione di Covid Hotel.

Nella giornata di ieri il contratto, sottoscritto da Ats e dalla Direzione dell’Hotel, è stato validato e l’attività di Covid Hotel potrà essere avviata a breve. La struttura alberghiera adiacente al complesso di Lariofiere ha messo a disposizione 36 delle sue stanze, equivalenti a due interi piani della struttura.

“Grazie a un dettagliato protocollo con le linee guida di ATS, sottoscritto dal Direttore della struttura, l’organizzazione dell’accoglienza e dell’ospitalità dei pazienti è stata meticolosamente organizzata” spiegano dal Comune. L’ingresso per i pazienti Covid-19 e tutto il percorso all’interno dell’Hotel sarà separato e distinto dall’ingresso e dalle aree riservate agli ospiti dell’hotel che, sempre nel rispetto della normativa anti-Covid e dei DPCM, continuerà la normale attività alberghiera.

Maurizio Conti, Legale rappresentante e direttore della struttura alberghiera, sarà il coordinatore delle varie attività nonché responsabile dell’attivazione del servizio USCA (attiva 24 ore su 23 e 7 giorni su 7) in caso di necessità di un paziente.

Ai pazienti ospitati nella struttura verranno garantiti i servizi come da protocollo ATS, ovvero l’alloggio in camera singola (o doppia in caso di congiunti), il servizio di front office telefonico e presidio struttura, la fornitura giornaliera di 3 pasti serviti in materiali monouso e lasciati davanti alla porta della camera, un kit per la pulizia della camera, il ricambio di biancheria in caso di necessità (il ricambio di lenzuola e asciugamani verrà effettuato settimanalmente).

Ad ogni check-out le camere verranno debitamente sanificate e alla fine dell’emergenza Covid l’intera struttura verrà completamente sanificata grazie a un apposito servizio fornito da una società esterna.

“Gli ospiti non Covid saranno ampiamente tutelati grazie a precise norme di sicurezza, già adottate dalla struttura e messe a punto anche con ATS. Per questi ospiti sono state riservate le aree comuni dell’hotel, e due piani di camere. In nessun caso gli ospiti Covid potranno entrare in contatto con i normali ospiti della struttura. Anche per loro un preciso servizio di sanificazione e disinfezione delle parti comuni e delle camere è assicurato dalla direzione dell’hotel”.

Come da normativa generale ATS, gli accessi ai Covid Hotel sono subordinati all’invio della scheda di inserimento a ATS Insubria, emessa d’intesa dal COC (Centro Operativo Comunale) del comune di residenza del beneficiario, i propri servizi sociali e il Medico di Medicina Generale. La durata complessiva del soggiorno presso il Covid Hotel è di massimo 21 giorni, come da indicazioni ATS.

“Grazie al Leonardo da Vinci, Erba potrà contare su un Covid Hotel cittadino dove isolare soggetti positivi, facilitandone la quarantena ed evitando la convivenza con altre persone, così da aiutare la lotta al virus, che in otto casi su dieci si trasmette proprio in ambito famigliare o comunque tra le mura di casa”.

Print Friendly, PDF & Email

14 Gennaio 2021 — 14:32 / Attualità, Erba
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore