ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

PROMESSI SPOSI

GLORIA E FRASCHINI

Rodacciai Academy: partito oggi il corso di formazione con 21 ragazzi

BOSISIO PARINI – Ha preso il via questa mattina, lunedì 20 marzo, e coinvolge 21 giovani tra i 19 e i 27 anni provenienti per la maggior parte dal territorio lecchese e comasco la quinta edizione di Rodacciai Academy, corso di formazione per operatori tecnici industriali, promosso dall’azienda con l’obiettivo di favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e, nello specifico, nei reparti produttivi, manutentivi e logistici delle aziende metalmeccaniche del territorio.

Oggi i partecipanti al corso hanno iniziato la loro esperienza con una riunione preliminare nella sala consigliare del Comune di Bosisio Parini (partner dell’iniziativa con il Centro di formazione professionale Enfapi e con l’agenzia per il lavoro GiGroup) con il dottor Mauro Califano, responsabile del personale di Rodacciai Spa.

Il dottor Califano ha fornito agli studenti le prime informazioni su Rodacciai e sull’organizzazione interna di una delle più significative e strutturate realtà industriali del territorio che, tra la sede di Bosisio Parini e quella di Sirone, occupa circa 600 dipendenti: “Rodacciai presenta, in una sorta di proficua commistione, aspetti sia imprenditoriali sia manageriali, che consentono un corretto e agevole sviluppo dell’azienda”. Califano ha anche ricordato come “Rodacciai è riuscita a sopportare l’impatto con la crisi del 2008, sia dal punto di vista finanziario e gestionale , sia agendo con scelte ben precise in campo organizzativo e nel processo di business”.

“Credo molto nelle persone giovani che hanno voglia di fare e che meritano – ha concluso Califano incoraggiando la classe – Bisogna costruirsi il proprio futuro: la fortuna va aiutata perché se uno non ci mette nulla il meccanismo non funziona. Bisogna sapersi destreggiare nella maniera giusta: prima di muovere le mani per lavorare, è meglio usare il cervello. Per due motivi: dapprima per misurare i risultati delle proprie azioni; poi per prestare attenzione al lavoro di ogni giorno che, nella quotidianità e nella ripetizione, potrebbe comportare ‘distrazioni’ che inevitabilmente conducono a provocare danni particolarmente rilevanti”.

Variegata la provenienza dei partecipanti ma comuni le aspettative di questi giovani che per quattro settimane impareranno a conoscere il mondo metalmeccanico acquisendo nuove competenze dal punto di vista particolare di una realtà come Rodacciai: dal desiderio di apprendere cose nuove all’ampliare le proprie conoscenze, dalla volontà di imparare un mestiere al desiderio di trovare occupazione in un’azienda in grado di assicurare loro un futuro.

Print Friendly

20 marzo 2017 — 15:59 / Attualità, Bosisio Parini
© Riproduzione riservata