ROTATOR NON TOCCARE

INVERNIZZI

TUTTO CIALDE

AdSense

Longone. Una rotatoria tra le due provinciali: “Così l’incrocio sarà sicuro”

di C.F.

Lo schema progettuale per la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra le due provinciali al lago del Segrino

 

LONGONE – Se la bozza di progetto risalente a 15 anni fa per la realizzazione di una rotonda all’incrocio tra la Provinciale 41 e la Provinciale 42 tra i Comuni di Eupilio e Longone al Segrino era stata accantonata, il momento sembra propizio per cercare di concretizzare un altro schema progettuale redatto dalla Provincia di Como.

La proposta, avanzata più di cinque anni fa dall’ente Parco Lago del Segrino, è volta a razionalizzare, tramite una rotonda e la realizzazione di parcheggi lato lago, il critico incrocio tra le due provinciali, oggetto in questi giorni di particolari attenzioni dopo il tragico incidente costato la vita al canzese Lorenzo Roncari.

Seppur i due casi non siano legati (è bene ribadirlo: Lorenzo è stato investito lungo la Sp41, nel territorio comunale di Longone, mentre l’incrocio di cui si parla si trova all’altezza del centro visitatori Parco Lago del Segrino e Aquilegia) l’evento ha sicuramente riacceso i riflettori sulla sicurezza di quell’incrocio, privo di segnaletica e di strisce pedonali per consentire un attraversamento senza rischi.

Sulla base della proposta del Parco l’Ufficio Tecnico della Provincia aveva redatto ai tempi una soluzione che oltre a razionalizzare l’incrocio delle due arterie rallenterebbe la velocità in prossimità di un luogo ‘sensibile’. Inoltre, così facendo, il parcheggio verrebbe annesso al sistema ciclopedonale del Parco e del lago garantendo la massima sicurezza ai pedoni che per raggiungere la passeggiata non dovrebbero più attraversare.

La planimetria

 

“Si tratta di uno schema progettuale – ha specificato l’ing. Bruno Tarantola dell’Ufficio Tecnico provinciale – avevamo provveduto ad una ipotesi di intervento che poi è rimasta tale. Ora il momento sembra propizio per poterlo concretizzare, certamente previa disponibilità dei comuni interessati dall’intervento, in questo caso Longone al Segrino ed Eupilio, oltre che dell’ente Parco Lago del Segrino. Noi siamo molto sensibili alle volontà comunali – ha sottolineato – se le amministrazioni sono unite e decise si può procedere con gli altri step verso la realizzazione della proposta”.

Nei prossimi giorni i sindaci di Longone ed Eupilio dovrebbero incontrarsi con il Presidente della Provincia di Como Fiorenzo Bongiasca per discutere dell’argomento. Si parlerà anche delle risorse economiche: “Per dare una stima, parliamo di lavori del valore di 400-500 mila euro, certo poi ci sono tutta una serie di valutazioni da fare e di decisioni da prendere, si può spendere anche meno. Per ora è prematuro parlare di costi, comunque” ha concluso Tarantola.

Con la realizzazione della rotatoria il sistema viabilistico in quel punto sarebbe messo completamente in sicurezza: risale a diversi anni fa la realizzazione, da parte del Parco del Segrino, della pista ciclopedonale lungo le due provinciali creando prima il guard rail (recentemente sistemato dalla Provincia) per proteggere i pedoni e quindi sistemando la sponda lungo il lago fino a Canzo. Per fare ciò erano stati utilizzati fondi regionali, provinciali e della Comunità Montana del Triangolo Lariano.

Print Friendly, PDF & Email

12 Luglio 2019 — 08:13 / Attualità, Longone al Segrino
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore