Tutto Cialde
Tutto Cialde
Tutto Cialde

ROTATOR NON TOCCARE

NOI GENITORI

GLORIA E FRASCHINI

Incendi. Bilancio tragico, tra Tavernerio e Veleso bruciati 400 ettari

Comune: Tavernerio

di C.F.

Il fronte dell’incendio a Tavernerio lunedì sera, visto da Dolzago (Lecco)

 

TAVERNERIO – “Una battaglia impari”. Così il tentativo di spegnere le fiamme è stato definito da Stefano Casartelli, coordinatore dei volontari antincendio boschivo del Triangolo Lariano, impegnati da oramai cinque giorni, insieme ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile, sul vasto incendio che da venerdì scorso brucia incessantemente i boschi di Tavernerio.

Il bosco dopo il passaggio delle fiamme

 

Il bilancio è tragico: si parla di un fronte gigantesco lungo tutti i versanti della dorsale Boletto-Bolettone, e di almeno 200 ettari di bosco devastati dal fuoco. A cui si aggiungono quelli distrutti a Veleso, alle pendici del Monte San Primo, in fiamme da domenica pomeriggio (la stima è anche in questo caso di circa 200 ettari, per un totale di 400 ettari di bosco bruciati. E l’incendio è ancora attivo).

L’incendio visto da Casatenovo martedì mattina, quinto giorno da quando è attivo

 

Da sabato sono in azione anche i mezzi aerei, elicotteri e Canadair, ma il forte vento degli ultimi giorni e l’eccezionale secchezza della vegetazione dovuta alla prolungata siccità hanno aiutato le fiamme ad espandersi con maggior vigore, rendendo quasi nulli gli sforzi dei numerosi volontari, giunti anche dalle vicine Province di Lecco e Monza.

Due Canadair in rifornimento sul lago di Pusiano (foto di Enrico Ghidini)

 

VIDEO (ringraziamo Angelo Ventrelli)

 

Oggi è un altro giorno di lavoro per loro, in attesa che arrivi la pioggia, purtroppo prevista non prima di domenica. Proprio la pioggia, spiega Casartelli, è l’unico rimedio al fuoco sotterraneo, responsabile della ripresa delle fiamme nella nottata di sabato: “L’incendio sotterraneo è la minaccia più grande perchè è capace di avanzare per metri e metri sottoterra per poi incendiare le zone non ancora bruciate in superficie e far così ripartire l’incendio“.

L’incendio sotterraneo

 

Non resta che aspettare la pioggia, tra le tante domande che di fronte alle immagini del bosco ferito sorgono spontanee.

VEDI ANCHE

Quarto giorno di incendio a Tavernerio, si lavora per spegnerlo

Print Friendly, PDF & Email

31 ottobre 2017 — 09:46 / Attualità, Tavernerio
© Riproduzione riservata

Le news delle ultime 24 ore